Location

Santalucia20 nasce nel quartiere storico di San Ferdinando, avvolto dall’atmosfera dell’antico borgo di Santa Lucia.

Location

Santalucia20 nasce nel quartiere storico di San Ferdinando, avvolto dall’atmosfera dell’antico borgo di Santa Lucia.

Palazzo Reale, la reggia del re di Spagna

Il progetto risale, nel 1600, a Domenico Fontana; nel Settecento Luigi Vanvitelli, a seguito di problemi statici, chiude alternatamente gli archi della facciata, per rafforzare le strutture murarie. Nelle nicchie verranno poi collocate, nel 1888, le statue dei re di Napoli, da Ruggero il Normanno a Vittorio Emanuele II.

Danneggiato da un incendio nel 1837, il Palazzo viene restaurato da Gaetano Genovese, autore dello scalone monumentale e della sistemazione del lato meridionale del Palazzo, con il cortile del Belvedere e il giardino pensile. Le sale più antiche del piano nobile, oggi Museo dell’Appartamento Storico, conservano l’arredo e le decorazioni delle famiglie reali: il Teatro di Corte, la splendida Sala degli Ambasciatori, la Sala del Trono, la Sala d’Ercole, la Cappella Palatina dedicata all’Assunta

Palazzo Reale, la reggia del re di Spagna

Il progetto risale, nel 1600, a Domenico Fontana; nel Settecento Luigi Vanvitelli, a seguito di problemi statici, chiude alternatamente gli archi della facciata, per rafforzare le strutture murarie. Nelle nicchie verranno poi collocate, nel 1888, le statue dei re di Napoli, da Ruggero il Normanno a Vittorio Emanuele II.

Danneggiato da un incendio nel 1837, il Palazzo viene restaurato da Gaetano Genovese, autore dello scalone monumentale e della sistemazione del lato meridionale del Palazzo, con il cortile del Belvedere e il giardino pensile. Le sale più antiche del piano nobile, oggi Museo dell’Appartamento Storico, conservano l’arredo e le decorazioni delle famiglie reali: il Teatro di Corte, la splendida Sala degli Ambasciatori, la Sala del Trono, la Sala d’Ercole, la Cappella Palatina dedicata all’Assunta

Teatro San Carlo. Opera, Balletto, Sinfonica.

1737: nasce il Teatro d’Opera più antico del mondo.

Il Teatro San Carlo è uno dei teatri più antichi e famosi al mondo. Affacciato nelle vicinanze di Piazza Trieste e Trento, sorge nella parte inferiore del Palazzo Reale, con il quale è collegato tramite una porta reale che permetteva al Re al tempo di accedere nel Massimo napoletano senza scendere in strada.

Teatro San Carlo. Opera, Balletto, Sinfonica.

1737: nasce il Teatro d’Opera più antico del mondo.

Il Teatro San Carlo è uno dei teatri più antichi e famosi al mondo. Affacciato nelle vicinanze di Piazza Trieste e Trento, sorge nella parte inferiore del Palazzo Reale, con il quale è collegato tramite una porta reale che permetteva al Re al tempo di accedere nel Massimo napoletano senza scendere in strada.

Castel dell’Ovo. Napoli e le sue leggende.

Il castel dell’Ovo, è il castello più antico della città di Napoli ed è uno degli elementi che spiccano maggiormente nel celebre panorama del golfo. Si trova tra i quartieri di San Ferdinando e Chiaia, di fronte a via Partenope.

Il nome “Castel dell’Ovo” deriva da un’antica leggenda secondo la quale il poeta latino Virgilio, che nel Medioevo era considerato anche un mago, nascose nelle segrete dell’edificio un uovo che mantenesse in piedi l’intera fortezza. La sua rottura avrebbe provocato non solo il crollo del castello, ma anche una serie di rovinose catastrofi alla città di Napoli. La leggenda circolava già dal 300 d.C. : L’ uovo sarebbe stato sistemato in una caraffa di vetro piena d’acqua protetta da una gabbia di ferro. Questa fu appesa a una pesante trave di quercia sistemata in una cameretta situata nei sotterranei del castello.

Finora ancora nessuno ha trovato l’uovo ….

Castel dell’Ovo. Napoli e le sue leggende.

Il castel dell’Ovo, è il castello più antico della città di Napoli ed è uno degli elementi che spiccano maggiormente nel celebre panorama del golfo. Si trova tra i quartieri di San Ferdinando e Chiaia, di fronte a via Partenope.

Il nome “Castel dell’Ovo” deriva da un’antica leggenda secondo la quale il poeta latino Virgilio, che nel Medioevo era considerato anche un mago, nascose nelle segrete dell’edificio un uovo che mantenesse in piedi l’intera fortezza. La sua rottura avrebbe provocato non solo il crollo del castello, ma anche una serie di rovinose catastrofi alla città di Napoli. La leggenda circolava già dal 300 d.C. : L’ uovo sarebbe stato sistemato in una caraffa di vetro piena d’acqua protetta da una gabbia di ferro. Questa fu appesa a una pesante trave di quercia sistemata in una cameretta situata nei sotterranei del castello.

Finora ancora nessuno ha trovato l’uovo ….

Tradizione a pochi passi

La Galleria Umberto I, costruita a fine 800′, è la Galleria più famosa di Napoli. Qui si può gustare un buon caffè nei bar, godere delle vetrine dei negozi, oppure visitare le bellezze pittoriche dei dipinti del settecento della Chiesa di Santa Brigida.

La Galleria presenta all’esterno degli archi imponenti d’entrata e all’interno due strade di elegantissimo pavimento a intarsi marmorei che si incrociano ortogonalmente al di sotto della Cupola.

Tradizione a pochi passi

La Galleria Umberto I, costruita a fine 800′, è la Galleria più famosa di Napoli. Qui si può gustare un buon caffè nei bar, godere delle vetrine dei negozi, oppure visitare le bellezze pittoriche dei dipinti del settecento della Chiesa di Santa Brigida.

La Galleria presenta all’esterno degli archi imponenti d’entrata e all’interno due strade di elegantissimo pavimento a intarsi marmorei che si incrociano ortogonalmente al di sotto della Cupola.

Campania

La Terra dei mille volti

Campania

La Terra dei mille volti

Paestum-1

Paestum

Antica città della Campania situata presso il litorale tirrenico, è stata solo parzialmente riportata alla luce attraverso gli scavi archeologici. Delimitata da imponenti mura esibisce il tempio di Atena, l’anfiteatro con una grande piscina, il grande santuario urbano di Era con due magnifici templi: la cosiddetta “Basilica” e il tempio di Nettuno.

Cilento

Cilento

La Costiera Cilentana è nota per la sua bellezza naturalistica e incontaminata e per la qualità delle sue acque. Ogni anno molte località della Costiera Cilentana vengono premiate con le bandiere blu.Fanno parte del Cilento splendidi paesi come Acciaroli, Pioppi, Castellabate, Pisciotta, Palinuro, Ascea, Camerota, Scario, Agropoli, Capaccio Paestum e tanti altri piccoli borghi da visitare.

Costiera-Amalfitana

Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana è un tratto di costa famoso in tutto il mondo per la bellezza naturalistica e per i meravigliosi paesi che ne fanno parte: Vietri sul mare, Cetara, Amalfi, Ravello, Positano e tanti altri luoghi da scoprire. La Costiera Amalfitana è considerata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO..

Paestum-1

Paestum

Antica città della Campania situata presso il litorale tirrenico, è stata solo parzialmente riportata alla luce attraverso gli scavi archeologici. Delimitata da imponenti mura esibisce il tempio di Atena, l’anfiteatro con una grande piscina, il grande santuario urbano di Era con due magnifici templi: la cosiddetta “Basilica” e il tempio di Nettuno.

Cilento

Cilento

La Costiera Cilentana è nota per la sua bellezza naturalistica e incontaminata e per la qualità delle sue acque. Ogni anno molte località della Costiera Cilentana vengono premiate con le bandiere blu.Fanno parte del Cilento splendidi paesi come Acciaroli, Pioppi, Castellabate, Pisciotta, Palinuro, Ascea, Camerota, Scario, Agropoli, Capaccio Paestum e tanti altri piccoli borghi da visitare.

Costiera-Amalfitana

Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana è un tratto di costa famoso in tutto il mondo per la bellezza naturalistica e per i meravigliosi paesi che ne fanno parte: Vietri sul mare, Cetara, Amalfi, Ravello, Positano e tanti altri luoghi da scoprire. La Costiera Amalfitana è considerata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO..

Capri

Capri

L’isola di Capri è fra i luoghi più pittoreschi e più visitati della Campania.È ricchissima di grotte fra le quali la più famosa è la grotta azzurra di cui artisti e scrittori di fama internazionale ne hanno descritto gli effetti luminosi ed i giochi di luce cangiante che si creano all’interno.Celebri sono i faraglioni di capri, piccoli isolotti rocciosi che emergono dalle acque azzurre.

Caserta

Caserta

La reggia di Caserta è la residenza reale più grande al mondo, proprietari storici sono stati i Borbone di Napoli. Nel 1997 è stata dichiarata dall’UNESCO, insieme con l’acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio, patrimonio dell’umanità..

Pompei

Pompei

Gli scavi archeologici di Pompei hanno restituito i resti della città di Pompei antica, presso la collina di Civita, alle porte della moderna Pompei, seppellita sotto una coltre di ceneri e lapilli durante l’eruzione del Vesuvio del 79, insieme ad Ercolano, Stabia ed Oplonti.

Capri

Capri

L’isola di Capri è fra i luoghi più pittoreschi e più visitati della Campania.È ricchissima di grotte fra le quali la più famosa è la grotta azzurra di cui artisti e scrittori di fama internazionale ne hanno descritto gli effetti luminosi ed i giochi di luce cangiante che si creano all’interno.Celebri sono i faraglioni di capri, piccoli isolotti rocciosi che emergono dalle acque azzurre.

Caserta

Caserta

La reggia di Caserta è la residenza reale più grande al mondo, proprietari storici sono stati i Borbone di Napoli. Nel 1997 è stata dichiarata dall’UNESCO, insieme con l’acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio, patrimonio dell’umanità..

Pompei

Pompei

Gli scavi archeologici di Pompei hanno restituito i resti della città di Pompei antica, presso la collina di Civita, alle porte della moderna Pompei, seppellita sotto una coltre di ceneri e lapilli durante l’eruzione del Vesuvio del 79, insieme ad Ercolano, Stabia ed Oplonti.